"Come garantire la competitività del trasporto merci su rotaia?"

Lucerna, 19.06.2017

Assemblea Generale degli Azionisti di Hupac SA

 

 

Hans-Jörg Bertschi

Presidente del Consiglio di Amministrazione di Hupac SA


 

Gentili signore e signori, cari amici dell’azienda

 

Hupac compie cinquant’anni e può davvero guardarsi indietro con orgoglio. Abbiamo superato la crisi economica e lo scorso anno siamo cresciuti come da molto non accadeva. L’azienda ha gestito i conti al meglio e vanta un risultato d’esercizio soddisfacente. Hupac consolida la propria posizione nei mercati tradizionali e si impone efficacemente in quelli nuovi: Russia, Cina, Company Shuttle e trasporti marittimi dell’hinterland.

 

Anche le condizioni generali ci spingono a essere fiduciosi. L’apertura della galleria di base del Gottardo avvenuta a fine 2016 e la messa in opera del corridoio di quattro metri nel 2020 consentiranno finalmente ai treni Hupac di beneficiare di una ferrovia di pianura efficace.

 

In una prospettiva globale, dobbiamo tuttavia riflettere su come garantire competitività a lungo termine al trasporto merci su rotaia. Mentre il sistema ferroviario continua infatti a essere limitato nelle proprie performance da confini nazionali, sotto l’aspetto infrastrutturale, operativo, amministrativo e culturale, il trasporto merci su strada compie passi da gigante. Ottimizzazione dei viaggi con supporto informatico, gestione intelligente della flotta, motori a basso consumo, gigaliner e guida senza conducente sono solo alcune delle parole chiave della vertiginosa crescita del settore.

 

E la ferrovia? I motivi per il suo sviluppo al rallentatore sono molteplici. Innanzitutto la notevole complessità tecnica, ma anche i lunghi cicli di innovazione e una cultura aziendale di stampo nazional-statale. Se, invece, si desidera dare un futuro al trasporto su rotaia, è necessario porre le basi per una mentalità nuova e un procedere diverso. Abbattimento dei costi, innalzamento della produttività e sfruttamento della digitalizzazione: l’esempio fornito ogni giorno dalla strada può essere applicato anche alla rotaia. Anzi, deve esserlo.

 

Molti dei soggetti coinvolti lo hanno riconosciuto e questo ci porta a essere fiduciosi. Insieme ai nostri partner ferroviari, ai gestori delle infrastrutture e ai responsabili di politica dei trasporti, perseguiamo l’attuazione di un intero pacchetto di provvedimenti, atti ad abbattere i costi e a incrementare la produttività dei treni merci internazionali. Alcuni esempi:

  • Orari internazionali coordinati più efficacemente consentono di ridurre il tempo di percorrenza dei treni e incrementare la produttività delle risorse impiegate quali locomotive, macchinisti e carri ferroviari.
  • L’integrazione dei terminal nella pianificazione oraria garantisce maggiore efficienza.
  • Il rispetto dell’orario riduce gli enormi costi causati dai ritardi.
  • Uno scambio aperto e integrato dei dati tra tutti i partner sviluppa potenziali di produttività.

 

La nostra storia dimostra che tutto questo non è solo un’illusione. Hupac ha sempre avuto il talento di saper trasferire le esigenze del traffico su strada a quello in rotaia, sviluppandole costantemente nell’interesse comune.

 

Sono convinto che il traffico intermodale costituisca il futuro del traffico su lunghe distanze. È infatti di gran lunga più efficiente e sostenibile rispetto al trasporto tuttostrada e a quello convenzionale su rotaia. Sarà decisivo superare i molti ostacoli che caratterizzano il mondo ferroviario, da sempre organizzato a stampo nazionale.

 

Hupac si sta preparando in maniera coerente a questo futuro. La nostra flotta di carri viene potenziata per rispondere alla domanda crescente. I progetti dei terminal di Basilea, Varsavia-Brwinów, Piacenza, Milano e Brescia avanzano. La strategia digitale è stata elaborata e sarà implementata con numerosi progetti.

 

Decisivi sono tuttavia anche i nostri collaboratori e dirigenti. Il loro impegno quotidiano per soluzioni logistiche innovative, sostenibili e sicure, e per l’ampliamento della nostra rete intermodale, costituisce il pilastro per i prossimi cinquant’anni di Hupac.

 

A nome del Consiglio di Amministrazione vi ringrazio per la fiducia accordataci e mi auguro di percorrere ancora tanta strada insieme a voi.

Hupac Intermodal SA
Viale R. Manzoni 6
CH-6830 Chiasso

T. +41 58 8558800
F. +41 58 8558801

 

 

© Copyright Hupac SA
Page update: 23.06.2017

 

 

CreditsSitemapPrivacyJob

 

 

Follow us on Linkedin